Pensavate di aver finito dopo aver scelto partecipazioni, biglietti per i confetti, menù, segnaposto, tableau etc etc. Eh no, care sposine!!! 😉 non avete pensato al LIBRETTO MESSA!!

Il libretto messa è “indispensabile” per la cerimonia religiosa (ma ora è molto in voga anche nelle cerimonie civili e ne parleremo dopo) . Non dimenticate che, oltre a una parte fissa, ve n’è un’altra che potrete modificare a vostro piacimento.

ll libretto messa è obbligatoriamente composto da:

  • Il rito matrimoniale. È sempre lo stesso e viene scelto dal sacerdote.
  • Le letture, i salmi, i canti. Questi si possono decidere insieme al prete.

Poi c’è la parte più divertente ovvero la personalizzazione!!

E’ possibile:

  • Scegliere la copertina (utilizzare una vostra foto, la foto della Chiesa, un disegno personalizzato)
  • Scegliere la carta con cui verrà realizzato (una bella copertina in carta perlata o in carta pregiata ad esempio fa un bellissimo effetto) o usare della carta colorata.
  • Rilegarlo a piacimento (con nastri, pizzi, merletti che richiamino il colore del vostro matrimonio)
  • Scegliere una frase, oppure una poesia intera, da stampare sulla prima pagina. I poeti di tutte le epoche hanno dedicato poemi all’amore, alla coppia, alla vita. Non avete che l’imbarazzo della scelta.
  • Inserire i ringraziamenti. Inserite una frase di ringraziamento per i vostri invitati, per chi vi ha supportato (e sopportato) in tutte le fasi di preparazione. Li farete felici 🙂

Nel rito religioso, i testi sono scelti in accordo con il sacerdote mentre nel rito civile, la coppia avrà totale libertà nella creazione del proprio libretto di nozze dall’inizio alla fine. Gli sposi possono scegliere di affidarsi ai testimoni o ad amici intimi per l’introduzione di qualche lettura che rifletta in modo particolare la personalità della coppia, magari anche attraverso una dedica personale.

Le “regole” del libretto per la cerimonia civile:

  • Inserite il nome degli sposi e del celebrante, nome dei testimoni ed eventualmente quello delle damigelle d’onore e di chi accompagnerà musicalmente la cerimonia
  • Gli articoli del codice civile specifici per il matrimonio  vanno inseriti nel libretto come parte della celebrazione
  • Poesie e letture scelte dagli sposi (o da altre persone) per rendere meno “impersonale” la cerimonia. (Tra i testi più utilizzati dalle coppie si possono citare “L’arte del matrimonio” di Wilfred A. Peterson, “Cos’è l’amore” di Alan Dour e “L’amore” di Khalil Gibran).
  • Anche qui è bene inserire i ringraziamenti a tutti i presenti.

Quanti libretti fare???? questa è la domanda che ci viene posta più frequentemente! Noi sconsigliamo di farne uno ad invitato (c’è sempre chi non è interessato ad averlo, chi lo userebbe solo per sventolarsi etc) ma predisporne circa 2/3 su ogni panca. Chi avrà piacere di utilizzarlo (e conservarlo) si farà avanti per prenderlo!

Detto ciò non vi resta che iniziare a pensare al vostro LIBRETTO … e se avete dei dubbi contattateci e vi sveleremo tutti i segreti (o quasi).

A presto!!!

 

Condividi